20 C
Rome
lunedì, Settembre 21, 2020

DALLA MORTE DI ENRICO I DEL VASTO ALL'ARRIVO DELLA FAMIGLIA SCARAMPI

Alla morte di Enrico (1185), Ottone ebbe in eredità Savona e i feudi paterni a est della linea ideale che congiunge Carcare con Alba e principalmente il territorio fra le due Bormide.
Il territorio di Ottone si spingeva verso nord-est fino quasi ad Acqui, dove si trovavano i feudi di Sessame, Bubbio, Cassinasco, Monastero Bormida e Ponti.
Da Ponti il confine scendeva verso sud lungo la valle della Bormida di Spigno, fino ai castelli di Dego, Carretto, Cairo (incluso il complesso monastico di Ferranica).
Ottone però rinunciò presto alla propria autonomia politica; infatti, nell’aprile 1191 vendette per 1500 lire tutti i residui beni e diritti feudali, che deteneva a Savona e nei territori circostanti.
Successivamente, Ottone cedette anche i diritti feudali sui propri domini nelle Langhe, parte al comune di Asti (1209) e parte a quello di Genova (1214).
Nel 1194, Ottone fu eletto podestà dai genovesi, che guidò nella spedizione voluta da Enrico VI di Svevia in Sicilia.
Lo Hohenstaufen aveva promesso ai liguri, in cambio del loro aiuto, la città di Siracusa e la Val di Noto.
Nonostante il successo ottenuto, l’imperatore rifiutò di mantenere i patti poiché il del Carretto era stato eletto podestà senza i crismi dell’ufficialità, dato che aveva assunto la carica a causa della morte per febbre del suo predecessore, Oberto di Olivano.
Forse proprio per questi motivi, nel 1194 i Templari decisero di vendere tutti i possedimenti da Finale Ligure a Ventimiglia e successivamente si allontanarono.
Rimasero in Liguria a gestire il Governatorato di Seborga, il complesso monastico di Ferranica e alcune Priorie e Grange, senza però averne la proprietà.
Le motivazioni di questa decisione sono ancora oggi oscure.
I del Carretto furono sempre vicini ai Cavalieri del Tempio ed infatti ben due Magister Generalis apparterranno a questa nobile famiglia, l’Abate lerinense Pietro del Carretto (1378-1381) e il Signore di Finale Ligure e Priore di Savona dell’Ordine templare Nicola del Carretto (1482-1493).

Translate »