Fra Richard Tirole, Priore di Francia e Consigliere del Gran Consiglio dell’Ordine, insieme alla Sorella Dama Stéphanie Lescouzère si sono recati in questi giorni a Parigi alla ricerca di “reperti” templari poco conosciuti.
Fra Richard e Sorella Stéphanie si sono dapprima recati in Rue du Bac 140 per visitare il Santuario della Madonna Miracolosa.
L’Ordine è devoto alla Madonna Miracolosa e i nostri visitatori ci hanno regalato alcune fotografie interessanti.
Un’altra visita molto interessante è stata quella alla Chiesa di San Rocco.
La chiesa cattolica di San Rocco, situata nel centro della città, al numero civico 284 di rue Saint-Honoré, è stata costruita in stile barocco tra il 1653 e il 1722.
Al suo interno, nella Cappella dell’Adorazione, si trova una copia ufficiale dell’Arca dell’Alleanza, una vera e propria stranezza, considerando che l’Arca è situata sull’altare.
Dopo aver visitato diverse vie templari, quali Rue du Temple (una delle vie più antiche di Parigi, situata nel III e IV arrondissement, che prende il nome dalla Maison du Temple, sede parigina dell’Ordine dei Templari) e Rue des Fontaines du Temple (via situata nel III arrondissement).
La via Rue des Fontaines du Temple deve Il suo nome alle antiche condutture che portavano le acque di Belleville dal Tempio alla fontana Vertbois, vicina all’antico priorato di Saint-Martin des-Champs.
Ma i reperti più interessanti sono stati trovati al Museo del Louvre.
Il famoso museo parigino, uno dei più importanti del mondo, è sempre ricco di sorprese.
Fra Richard e Sorella Stéphanie ha trovato ben quattro lapidi, probabilmente funerarie, di epoca sumera ed essena, alcune provenienti dal sito archeologico di Qumran, situato vicino a Gerico (nell’odierna Cisgiordania palestinese) e con iscrizioni in aramaico.
Tutte e quattro le lapidi riportano chiaramente la nostra croce patente.
Considerando che le lapidi risalgono ad almeno 3.000 – 4.000 anni dalla nascita del nostro Ordine, risulta evidente come la nostra croce patente abbia origini anteriori al cristianesimo.
Inoltre, la presenza di alcune figure alate simboleggianti degli dei sumeri (Anunnaki), sono la prova che la nostra croce patente si riferisce ad un antico simbolo sumero.
Nella Cosmogonia Sumera, la croce, infatti, era il simbolo del pianeta-dio Nibiru.