16.3 C
Rome
lunedì, Settembre 21, 2020

Il XX secolo

Dal 1700 ad oggi

Con le dimissioni di Debussy, l’Ordine si trovò ad affrontare una scelta difficile; il nuovo Gran Priore doveva essere un Cavaliere in grado di rilanciare l’immagine esterna dell’Ordine, ma contemporaneamente doveva serrare le fila al suo interno, creando un nuovo interesse; dopo una serie di grandi dibattiti e scontri, sempre nel 1910, venne eletto Gran Priore uno degli scienziati più importanti dell’era moderna, il serbo (naturalizzato statunitense) Nikola Tesla.
Nel 1891, a 35 anni, Tesla diventò cittadino degli Stati Uniti d’America e, sempre nello stesso anno, entrò nell’Ordine del Tempio, presentato dal suo amico e Cavaliere dell’Ordine Robert Underwood Johnson, direttore del Century Magazine.
Vero e proprio genio, ebbe una grande propensione per le lingue: infatti parlava e scriveva correttamente serbo, croato, ceco, inglese, francese, italiano, tedesco, ungherese e latino; Tesla diffuse, con grande vigore, l’Ordine negli Stati Uniti ed in Canada e spostò la sede dell’Ordine da Parigi a Toronto, in Canada.
Nel 1920, Tesla, anche in seguito alla bancarotta subita nel 1916, lasciò la Maestranza Generale dell’Ordine.
L’Ordine si radunò in Italia, a Genova, e venne eletto Gran Priore Ambrogio Daffra, Sacerdote in Tortona (Italia), Parroco, Rettore del seminario e Vescovo di Ventimiglia, il quale non riuscì nel suo operato, avendo l’Ordine una sua struttura decisionale in Canada; comunque, l’attività del Gran Priore, fu molto importante soprattutto a livello di accoglienza; dopo due soli anni di Maestranza Generale, Daffra rassegnò le dimissioni.
Nel 1923, il Gran Consiglio riunì i Dignitari dell’Ordine in Belgio, a Mechelen, e, dopo tre giorni di riunione, viene eletto Gran Priore il Cardinale belga Desiré Félicien François Joseph Mercier.
Sempre nello stesso anno venne eletto Gran Priore il premio Nobel per la fisica Karl Ernst Ludwig Max Planck, ideatore della teoria dei quanti, uno dei pilastri della fisica contemporanea.
Nel XX secolo l’Ordine ebbe sempre di più l’aspetto di un circolo privato e perse sempre di più la sua vocazione sociale, pur avendo Gran Priori di grande spessore quali Louis Charbonneau-Lassay, Emmanuel Julien Le Roy, Jean Cocteau, Robert John Sinclair di Cleeve e Josè Silva.

Translate »